Tags: , | Scritto da alessandro nasini il 2/29/2012 12:08 PM | Comments (0)

Broccolo siciliano. Visto, preso, lessato in acqua (niente vaporiera per il broccolo), un filo d'olio umbro (due, ad essere onesto...), un pizzico di sale ed una ciriola fresca di forno. 

Tags: , , | Scritto da alessandro nasini il 2/27/2012 10:49 AM | Comments (0)

Tutto è cominciato con la brace avanzata del barbecue di ieri mattina ed una grossa patata dolce comprata senza sapere bene cosa farne. Bene, ho tagliato in due la patata ed ho messo il coperchio al barbecue (è uno di quelli a sfera, che si chiudono) lasciandola a stufare per quasi un'ora.



Una volta cotta, l'ho pulita della buccia bruciacchiata e l'ho schiacciata in una terrina con mezzo bicchiere di latte, sale, pepe ed un uovo intero.

Per la carne ho usato un pezzo di roastbeef che avevo scongelato per il barbecue ma poi non avevo cotto (le bistecchine erano già abbastanza). Ne ho ricavato una sorta di ragù al coltello e l'ho fatto stufare a fuoco lento in olio, sedano tritato e scalogno, bagnando con un bicchiere di vino rosso e due d'acqua. Ho lasciato cuocere la carne a fuoco lento per un'ora abbondante. 

Mentre la carne andava sul fuoco ho preparato una frolla salata senza uova, impastando 200 grammi di farina, 120 grammi di burro (appena ammorbidito nel microonde), mezzo cucchiaino di sale e mezzo bicchiere d'acqua. Ho fatto riposare la pasta per un quarto d'ora.

Ho fatto freddare un po' la carne cotta e nel frattempo ho imburrato bene uno stampo tondo da torte (di quelli apribili) ed ho disposto la frolla sul fondo, ricavando un bordo di due centimetri e mezzo. La consistenza della frolla fatta così è molto friabile, forse troppo, la prossima volta penso farò una frolla classica con le uova per farla venire un po' più consistente. Sulla frolla ho disposto la carne ed ho poi ricoperto con il composto di patate dolci che avevo preparato prima. Ho messo in forno caldo a 200 gradi per mezz'ora e poi 5 minuti con il grill per far dorare la parte sopra. Io ho il forno a gas, se avete un forno elettrico o ventilato forse vi basterà anche 20 minuti. Ecco il risultato finale. 

Il primo sapore che mi è venuto in mente assaggiandolo è stato quello del pasticcio ferrarese, che è tutt'altra cosa ma giocato anche quello sul contrasto tra salato e "leggermente dolce". Il mio, molto più modestamente, gioca sul contrasto tra la patata dolce e la carne stufata con lo scalogno (abbondante) ed il sedano. Come sperimento gli do un sette+. Per arrivare all'otto, la prossima volta dovrò calibrare meglio la frolla e dare alla patata più volume. Ci lavorerò...

Tags: , | Scritto da alessandro nasini il 2/24/2012 3:25 AM | Comments (0)

A prepararli ci vuol proprio cinque minuti (a parte la sgusciatura dei gamberi che è un po' una rogna). Io uso sempre gamberi surgelati, visto che quelli freschi sono ormai inavvicinabili. Potete usare gamberi o gamberetti, secondo cosa trovate cosa volete spendere, il sapore non cambierà di molto.

Se usate gamberi dovrete sgusciarli: dopo averli fatti scongelare bene in frigo, basta buttarli in acqua bollente per mezzo minuto. Una volta finito, mettete in un wok o unapadella dell'olio d'oliva e dello scalogno tritato molto fine o schiacciato e fate scaldare bene. A parte sciogliete la paprika (dolce o forte, secondo i gusti) in mezzo bicchiere di vino bianco che avrete scaldato nel microonde o un pentolino.

Quando l'olio sarà caldo (non dovete soffriggere lo scalogno) buttate i gamberi e fateli saltare un minuto muovendoli spesso, poi aggiungete la paprica sciolta nel vino. Aggiustate con un pizzico di sale dopo aver assaggiato il fondo che si sarà formato.

Io di solito li accompagno con del riso pilaf ma una volta per far prima li ho mangiati su delle fette di pane appena tostato ed erano favolosi.

Tags: , , | Scritto da alessandro nasini il 2/22/2012 12:17 PM | Comments (0)

Prendete del petto di pollo, tagliatelo a pezzetti da un boccone e fatelo dorare in olio, rosmarino e aglio per qualche minuto. Prendete le olive nere snocciolate ed aggiungetele (qualcuna rompetela e schiacciatela leggermente) bagnando con un bicchiere di vino bianco. Aggiungete solo ora sale e pepe secondo i vostri gusti. 

A questo punto potete continuare al cottura in due modi: a fiamma alta scoperto o fiamma bassa mettendo un coperchio. Io questa volta ho preferito il secondo modo, perché puntavo ad ottenere un sughetto abbondante.

Pochi minuti prima di ultimare la cottura, aggiungete due cucchiai di aceto balsamico e rimestate. I puristi storceranno il naso, ma il balsamico di supermercato va benissimo (qualche anno fa avrei messo aceto di vino).

Tags: , , | Scritto da alessandro nasini il 2/22/2012 11:58 AM | Comments (0)

Ormai i maiali sono magri come ballerini, anche troppo a volte, ed è diventata una carne da fare in tanti modi. Io ho messo in forno un bel pezzo di lombo, con olio, aglio, pepe e rosmarino ed è venuto proprio buono. Il lombo l'ho fatto prima sigillare in padella, a fuoco vivo: molti dicono non serva a nulla, ma nel dubbio continuo a farlo. Le patate le ho aggiunte dopo, prima di infornare.