Tags: , | Categorie: Dolci, Pane - Lievitati - Biscotti, Vegetariano Scritto da Alessandro Nasini il 11/23/2015 11:11 AM | Comments (0)

Avevo della zucca violina avanzata che cominciava a rovinarsi in frigo. Con una parte c'ho fatto un pasta zucca e salsiccia, con altri 300 grammi ho deciso di provare a farci dei muffin, usandoli come fossero carote.

Ho sbattuto 6 tuorli con 300 gr di zucchero di canna e montato le chiare a neve separatamente. Nei tuorli sbattuti con lo zucchero ho aggiunto 200gr d'olio di semi di girasole, 200 di yogurt, una bustina di lievito vanigliato per dolci, mezzo cucchiaino di sale ed i 300 grammi di zucca grattugiata. Ho fatto amalgamare bene il composto (ci vuole un po' di pazienza) e poi aggiunte le chiare montate a neve, amalgamando con delicatezza.

Ho versato il composto in degli stampi per muffin ben unti di burro ed ho cotto il forno ventilato a 160 gradi per 40 minuti.

Sono venuti buoni, forse un pochino elastici rispetto alla consistenza classica dei muffin. Non sono venuti dolcissimi; a me piacciono così, ma per palati più amanti delle zucchero consiglio di aggiungerne altri 100 grammi.

Ne ho mangiati alcuni aperti a metà e farciti con della composta di cotogne fatta in casa: irresistibili.
Tags: , , , | Scritto da alessandro nasini il 11/19/2010 4:45 PM | Comments (0)

Il venerdì pomeriggio di una settimana impegnativa, a studio a finire (o perlomeno provarci) del lavoro rimasto indietro. Veder apparire la propria tazzona, piena di thé fumante, accompagnata da due muffin alle carote fatti in casa  (non da me, io con i dolci non sono bravo) è una di quelle cose che tirano su. Ora mi fermo un momento, mangio, sorseggio e poi cerco di finire quello che devo prima del w.e.

 

BURRO E ALICI | December 2013
Tags: , , , | Scritto da alessandro nasini il 12/28/2013 12:26 PM | Comments (0)

Mi piace inventare in cucina, e mi piacciono le contaminazioni. Dopo aver preparato delle mini-quiche al salmone per la notte di Natale ho avuto una illuminazione: perchè non inventare una versione "alla romana" della quiche?

Beh, detto fatto. Ho preso della pasta brisée, ne ho ricavato dei dischi e li ho sagomati in uno stampo da muffin (di quelli anti-aderenti da 12 pezzi) e l'ho fatta precuocere in forno per 10 minuti a 160 gradi. Ho preparato una besciamella e l'ho fatta freddare. In padella ho fatto rosolare bene del guanciale stagionato (come se dovessi fare una gricia) ed ho scolato bene di tutto il grasso. Ho aggiunto alla besciamella un rosso d'uovo e poi la chiara montata a neve. Solo all'ultimo aggiunto il guanciale ed ho usato il composto per riempire le vaschette di pasta brisée. Ho poi messo in forno nuovamente per 15 minuti sino alla doratura della besciamella, che si è leggermente gonfiata.


Sono venute fantastiche, me lo dico da solo. Friabile la pasta, più soffice l'interno, perfetto il guanciale che è rimasto croccante. Ogni grish rommaine (così le ho chiamate) è da due morsi, perfette come accompagno per un aperitivo e buonissime anche fredde.

Tags: , , , | Scritto da alessandro nasini il 12/4/2013 3:26 PM | Comments (0)

Mi era avanzato del bollito della sera prima e non mi andava di rimangiarlo così. E allora, nonostante fossi appena tornato da una giornata campale, ho preso la decisione: polpette di bollito.

Ho tagliato al carne a pezzettoni e l'ho tritata con il robot da cucina. Senza esagerare però, non deve diventare una pappa. Ho aggiunto sale, pepe, un uovo, parmigiano grattato e della mollica di pane bagnata del latte e ben strizzata. 

Ne ho ricavato un bel po' di polpettine di circa 3 centimetri e mezzo di diametro, le ho passate nell'uovo sbattuto e poi rotolate nel pangrattato. Non troppo, giusto un passaggio.

Ho poi fritto le polpettine in olio d'oliva ben caldo, facendole dorare bene. Le ho poi portate in tavola con delle fettine di avocado condite con un filo d'olio d'oliva, sale e qualche goccia di aceto balsamico.