Tags: , , | Scritto da alessandro nasini il 10/17/2011 12:56 PM | Comments (0)

Un improvviso momento di nostalgia per un piatto che negli anni '80 andava alla grande, quasi più del vitello tonnato e le pennette alla vodka. Avevo tutti gli ingredienti ed ho eseguito.

Una base di cipolla imbiondita in olio e burro, i pisellini primavera (presi dal surgelatore e messi a cuocere senza scongelarli o lessarli), poi l'aggiunta dei funghi champignon tagliati a pezzetti, un pizzico di sale e pepe, quasi a fine cottura il prosciutto cotto a dadini.

Le fettuccine erano quelle all'uovo secche, che preferisco usare in mancanza di un buon negozio di pasta fresca vicino casa, cotte al dente. Ho aggiunto della panna fresca non montata al posto di quella nel tetrapak a lunga conservazione (non siamo più negli anni '80 dopotutto) senza affogare le fettuccine (come avrei fatto trent'anni fa) per non appesantire il piatto. Venuto piuttosto buono, meglio di come ricordassi.

BURRO E ALICI | All posts tagged 'lenticchie'
Tags: , | Scritto da alessandro nasini il 2/15/2013 1:22 PM | Comments (0)

Questa ricetta, che a casa adoriamo, si può fare in vari modi. Quella tradizionale richiede una preparazione abbastanza noiosa ed una cottura lunghissima ed è quella che faccio di solito. Questa volta però, vi racconto la versione furba. Furba perché si prepara in pochissimo tempo e, in barba alla tradizione, è altrettanto buona.

Cominciate con il mettere in ammollo in acqua fredda le lenticchie la sera prima di andare a nanna. La mattina dopo, appena alzati, cambiate l'acqua. Uscendo, comprate delle castagne surgelate. Le trovate già pelate in molti negozi di surgelati, accanto ai frutti di bosco.

La sera, tornati a casa, tritate uno scalogno ed uno spicchio d'aglio e fatelo imbiondire in olio d'oliva abbondante. Aggiungete ora le lenticchie scolare, una bella manciata di castagne ancora surgelate (sono crude ma riuscire a tagliarle a metà con il coltello del pane). Coprite con acqua abbondante (un paio di centimetri sopra le lenticchie) ed aggiungete un dado da brodo vegetale o un cucchiaio di brodo vegetale granulare. Fate cuocere coperto per venti minuti senza girare.

Se volete, ungete e salate sui due lati delle fette di pane casereccio e mettetele a tostare in forno per qualche minuto per accompagnare la zuppa.

Tags: , , , | Scritto da alessandro nasini il 6/27/2012 12:17 PM | Comments (0)

Ho visto giorni fa una ricetta simile in TV ma non ricordo lo chef che la proponeva e mi scuso con lui. Avevo giusto nel congelatore due fette di tonno che non bastavano per quattro ed ho colto l'occasione.

Ho fatto scongelare il tonno in frigo per 12 ore, l'ho lavato e asciugato e ne ho ricavato dei dadini di 3 centimetri di lato. Per lo spiedino ho alternato un cubetto di tonno ed uno di scamorza affumicata. Ho salato leggermente e pepato generosamente. Nel frattempo ho messo ad insaporire in olio d'oliva, aglio intero, pepe, sale e basilico abbondante delle lenticchie in scatola, dopo averle lavate per bene del liquido di conservazione.

Gli spiedini li ho cotti in padella con un filo d'olio d'oliva, un minuto o anche meno per lato. La scamorza a dire il vero si è sciolta un po' di più di quanto avessi visto in TV ma come vedete dalla foto è rimasta abbastanza compatta.

E' stato un successone. Le lenticchie (che i bimbi non amano particolarmente) sono state spazzolate sino all'ultima.